ORMA DIVINA
del Maestro Alessandro Giorgi

Inaugurazione Domenica 8 gennaio 2017 – ore 15.30
Chiesa San Sebastiano – Massa

Alessandro Giorgi, architetto, scultore e poeta virtuale sta vivendo uno dei suoi migliori momenti per quello che riguarda la creazione artistica.

Dopo il successo della sua mostra personale in un museo importante come il Marino Marini di Pistoia, città capitale della Cultura Italiana per il 2017, ora una sua scultura, “Orma Divina”, una statua in marmo di Lorano dalle dimensioni 2,50×1,50 per un’altezza di 0,80 metri è stata installata su una base di marmo all’ingresso della chiesa di San Sebastiano a Massa.

L’opera d’arte rappresenta la resurrezione di Cristo e si tratta di una scultura in cui nel marmo è impressa l’orma del corpo del Cristo.

 

“La risurrezione di Cristo”, come dichiara Don Daniele parroco della chiesa di San Sebastiano, “non ha avuto testimoni. L’unico segno lasciato è un lenzuolo vuoto ormai privo del corpo di Gesù. Alessandro Giorgi ha voluto così fissare quel momento affidando la testimonianza dell’evento a un velo di marmo con orma umana che sembra scivolare via dalla pietra del sepolcro a testimonianza di una fede che deve essere sempre rinnovata”.

E’ un’istantanea che ci lascia nel cuore un desiderio di ricerca e di riflessione e si capisce che basta poco: quella fragile orma rischia di essere cancellata”.

Chi ha permesso che questa opera potesse essere collocata in un luogo di culto così importante è stato, oltre al Vescovo Mons. Giovanni Santucci, Don Luca Franceschini, incaricato dalla Conferenza Episcopale Italiana per i beni Culturali Ecclesiali della Toscana.

“Per Gesù – spiega Don Luca Franceschini – il sepolcro non è il luogo della morte, ma della resurrezione. Nel telo la sindone resta l’impronta della sua sofferenza, della sua Croce accolta per amore. Nella pietra del sepolcro l’impronta della sua risurrezione, del suo essere Dio e del suo essersi fatto uomo entrando nella nostra morte perché avessimo la vita”.

 

Related Post