Lo spazio razionale dell’arte L’installazione di Lisa Borgiani

Lo spazio razionale dell’arte
L’installazione di Lisa Borgiani nella casa disegnata da Pietro Lingeri nel 1939

IL LAVORO SI FOCALIZZA SULL’INTERAZIONE TRA L’EDIFICIO RAZIONALISTA ESISTENTE E L’INTERVENTO ARTISTICO CONTEMPORANEO

In un momento tanto breve quanto proficuo, anche se collocato drammaticamente fra le due maggiori guerre che segnarono il secolo breve, in quel momento l’arte, l’architettura, la grafica e il design – ancora non nato come tale almeno alle nostre

L’installazione di Lisa Borgiani
L’installazione di Lisa Borgiani

latitudini – si unirono nelle avanguardie per immaginare, proporre e, in qualche caso, produrre quei prototipi, quei progetti pilota di un mondo che si era sicuri sarebbe stato il migliore possibile all’insegna di un progresso che, si voleva, sarebbe stato inarrestabile. Como e il suo lago furono uno degli epicentri di quello che avremmo chiamato il razionalismo e, come tale, è stato teatro di alcune fra le migliori e più belle realizzazioni di un manipolo di architetti profondamente innovatori. Così possiamo ancora ammirare la Casa del Fascio, l’asilo Sant’Elia, il Novocomum di Terragni e, se la casa elettrica di Figini e Pollini o l’appartamento per un uomo (sportivo) di Albini esistono ancora solo nelle fotografie e nelle testimonianze dell’epoca, sull’Isola Comacina le tre case per artisti, scaturite dalla mano di Lingeri, godono di ottima salute e offrono le proprie falde, gli eleganti muri in pietra, le razionali strutture in legno, al sole che bacia quest’angolo di lago fra i più pittoreschi al mondo. Con grande merito e in continuità con la storia e la tradizione, queste piccole e misurate magioni offrono i propri spazi, la propria quiete, la propria qualità, alla residenza di artisti selezionati, italiani e stranieri, nel periodo estivo. Lisa Borgiani ha colto alla lettera la vocazione della casa a lei data per un breve, quanto proficuo, periodo e ha voluto, non senza coraggio, misurarsi con il bene più prezioso, ma anche il più difficile di questo lascito ereditario del razionalismo: lo spazio.

Per leggere l’intero articolo, puoi acquistare la copia n. 5/2018 della rivista ARTEiNWorld, disponibile sul nostro sito, in digitale o nella versione cartacea.


MEETING ARCHITECTURE ON LAKE COMO
The Rational Space of Art

Lisa Borgiani’s installation on display at the house designed by Pietro Lingeri in 1939

THE WORK FOCUSES ON THE INTERACTION BETWEEN THE EXISTING RATIONALIST BUILDING AND CONTEMPORARY ARTISTIC INTERVENTION

In a moment that was as short as it proved profitable – although it dramatically took place between the two major wars of the short twentieth century – art, architecture, graphics and design (which was not real design yet, at least in Italy) gathered in avant-gardes to imagine, propose, and sometimes realise prototypes and pilot projects of a world everyone believed to be the best possible one, in the pursuit of hopefully unstoppable progress. Como and its lake became one of the epicentres of what was later called Rationalism and, as such, it was the scene of some of the best and most beautiful creations by a handful of highly innovative architects. Whereas some buildings, such as Figini and Pollini’s electric house and Albini’s apartment for the (sports)man, can be now observed only in photographs, people can still admire the Casa del Fascio, the Sant’Elia kindergarten, Terragni’s Novocomum and the three houses for artists designed by Lingeri on Comancina Island, which are still solid and offer their rooms, elegant stone walls and rational wood structures to the sun that kisses this spot, which is one of the most picturesque in the world. Mostly deservedly and in continuation with history and tradition, these small and measured villas offer their rooms, calm and quality to selected artists from Italy and abroad, who can dwell here during the summer months. Lisa Borgiani perfectly understood the vocation of the house, which was given to her for a short and yet profitable period; not without courage, she wanted to deal with the most precious and complicated heritage of Rationalism: space.

To read the full articole, buy the n. 5/2018 of the magazine ARTEiNWorld, available on our website, in digital or paper edition.

ALESSANDRO COLOMBO

Related Post