Klimt Experience
26/11/2016 – 1/5/2017
Santo Stefano al Ponte, Firenze

«Il fatto è che dipingere è difficile, molto difficile, io lo so bene, cara Mizzi»

Ormai le ore che mancano all’apertura della Klimt Experience sono sempre meno. L’evento espositivo, ideato e prodotto dal Gruppo Crossmedia “Klimt Experience” e curato da Sergio Risalti, sarà inaugurato il 26 novembre in Santo Stefano al Ponte a Firenze e resterà aperto fino al 1 maggio 2017 (inizialmente era fino al 2 aprile, ma il grande successo della mostra ha portato ad una proroga); il costo del biglietto d’ingresso varia dagli 8€ ai 13€.

Nell’epoca del Web 3.0, la fruizione, ma in questa mostra come in molte altre ormai l’esperienza, delle opere è cambiata, si è modernizzata e quindi sfrutta le tecnologie contemporanee. Perciò non solo non è più necessario viaggiare in lungo e in largo, fra uno Stato e l’altro, fra un museo ed un altro, per ammirare opere celeberrime, ma anche per la visione di queste forse non basta più la tela o comunque i materiali da secoli usati dai Maestri per mostrare a noi la loro visione: nel terzo millennio anche una mostra d’arte diventa multimediale, esortandoci ancor di più all’immersività.

Nella location saranno presenti 11 megaschermi e proiezioni in video mapping sui quali saranno visionabili ben 700 immagini; queste comprenderanno, oltre ai molti famosissimi ed ai meno noti dipinti, anche scatti “di vita” per aiutare lo spettatore ad entrare, e quindi comprendere, il Gustav uomo. Il tutto immerso in una suggestiva partitura sonora.

Ma l’installazione si compone anche di altri elementi di contorno: Vienna a cavallo fra il XX ed il XXI Secolo ricostruita in 3D, tavoli intereattivi e dispositivi per la realtà aumentata. E la definizione delle immagini? Grazie alla tecnologia Matrix X-Dimension la definizione sarà superiore al Full HD.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito della mostra, disponibile a questo link.

E.A.

Related Post

Leave a comment