James Rosenquist lascia un grande vuoto nel mondo della Pop Art. Quell’arte di cui era considerato “pionierie”, insieme ad Andy Warhol e Roy Lichtenstein. L’artista è morto a New York, il 31 marzo, all’età di 83 anni.

Quella New York che proprio in questi giorni, con la mostra del MoMA dal titolo “From the collection”, esponeva una delle opere più celebri di Rosenquist, F-111 del 1965, ispirato alla guerra del Vietnam. Quella New York dove Rosenquist è maturato e ha conosciuto il successo, negli anni ’50, con i grandi manifesti pubblicitari a Times Square.

Sì, perché dalla guerra, alla politica (celebre è il ritratto di John Kennedy, “President Elect”), fino al cinema e alla pubblicità: la sua arte ha saputo raccontare tutto.

Nato a Grand Forks, città del Nord Dakota, il 29 novembre del 1933, Rosenquist si è spento al termine di una lunga malattia.

Related Post