Chiedono un Van Gogh e in cambio viene offerto loro un wc. Ma non uno qualsiasi, quello di Maurizio Cattelan. Ma facciamo un passo indietro. Protagonisti della storia sono Donald e Melania Trump, rispettivamente Presidente e First Lady degli Stati Uniti. E la coppia n. 1 degli USA, si sa, abita in una casa speciale, la Casa Bianca. Non a caso, per abbellirla, i due coniugi hanno chiesto, tramite lo staff della White House, un prestito al Guggenheim di New York: un dipinto di Vincent Van Gogh, Paesaggio con neve, realizzato dal pittore olandese nel 1888. Ma la richiesta non è stata accettata. In cambio però i Trump hanno ricevuto una controfferta dal Museo, che ha proposto loro l’installazione di un’altra opera nella residenza di Washington DC: “America”.

L’artista vorrebbe “offrirla alla Casa Bianca per un prestito a lungo termine”, così c’è scritto in una nota pervenuta al Washington Post da parte di Nancy Spector, curatrice del Museo. Chi è l’artista? L’italianissimo Maurizio Cattelan. E l’opera è quella che ha fatto tanto discutere quanto attendere, letteralmente, i visitatori in fila. Si tratta del water d’oro, 18 carati e perfettamente funzionante, rimasto esposto (e a disposizione) per un anno al Guggenheim (leggi anche L’ultima provocazione: il water d’oro di Cattelan)

La reazione dei Trump? Non pervenuta.

Antonella Criscuolo

Related Post