Venerdì 14 ottobre 2016 a Rovigo dalle ore 19.00 in piazza Vittorio Emanuele II al numero 4 la vetrina di uno storico negozio della città ospita le “radiografie dell’anima” di Gianluca Gulli.

Più che di una tradizionale mostra d’arte si tratta di una vera e propria installazione site specific che invade quello che già è stato un “tempio della luce”.

Lo spazio diventa il tempio delle “anime” del giovane artista che, accompagnato da sonorità rituali (tibetane), propone un nuovo ciclo di lavori dal titolo “diafane”.

La ricerca dell’artista si fa più profonda, le fratture, i crateri e gli strappi della tela diventano tridimensionali nelle sfere che graviteranno nell’atmosfera della galleria.

Terra ma anche acqua nelle piscine lago che saranno collocate sulla pavimentazione dei locali e che arriveranno sino ad oltrepassare il confine fisico del perimetro della vetrina stessa.

Insomma venerdì sera dove “c’era la luce” un nuovo firmamento di astri quello di Gianluca Gulli.

La mostra durerà sino a martedì 18 ottobre

SHARE

Related Post

Leave a comment