Lisa Borgiani: Dal centro all’infinito – From the Centre to the Infinite

0

NEL CUORE DI MILANO LE SORPRENDENTI MOLLE DI LISA BORGIANI

Copertina_164-212x300Di Melania Gazzotti – Dopo essersi misurata artisticamente con numerosi spazi in Italia e all’estero – ricordiamo le installazioni veronesi Treccia di Giulietta, Molle su Scala Della Ragione, Molla in Adige e Molle su Ponte di Veja, gli interventi a Nan Tang Lao Jie a Ningbo in Cina, a Villa Godi Piovene in provincia di Vicenza e nel Palazzo Ducale di Sessa Aurunca (CE) – Lisa Borgiani si confronta ora con uno storico e centralissimo luogo di Milano. Il cinquecentesco Loggiato di Palazzo dei Giureconsulti, che si trova in Piazza dei Mercanti a pochi passi dal Duomo, diventerà dal 1° al 18 settembre teatro di un nuovo progetto dell’artista veronese. Protagoniste saranno ancora una volta le molle, ormai diventate cifra stilistica di Lisa, che dialogheranno con l’armonia rinascimentale delle doppie colonne del porticato. Le sinuose strutture a spirale, imponenti e lievi allo stesso tempo, si offriranno per più di due settimane alla vista dei numerosissimi passanti con tutta la loro forza evocativa data dai molteplici significati simbolici di questa forma ma anche dalla sua ricorrente presenza in natura…
***

IN THE HEART OF MILAN, THE SURPRISING SPRINGS OF LISA BORGIANI

By Di Melania Gazzotti-  having taken the measure of numerous spaces in Italy and beyond—as in her installations in Verona, Juliet’s Braid, Spring on the Scala della Ragione, Spring in the Adige and Spring on Ponte di Veja; and in Ningbo, China at Nan Tang Lao Jie, as well as at Villa Godi Piovene near Vicenza and the Ducal Palace in Sessa Aurunca (CE)—Lisa Borgiani is taking on the challenge of a historic location in central Milan, the Renaissance-era Loggia at the Palazzo dei Giuriconsulti, in Piazza dei Mercanti, steps away from the Duomo. From September 1 to 18, the piazza will become the stage for a new project by the Veronese artist, who will again employ the springs that have become the stylistic marker of her work, to dialogue with the Renaissance harmony of the double columns lining the portico.The sinuous spiral structures, both imposing and evanescent, will offer themselves up to the gaze of innumerable spectators in all their natural evocative power and symbolic implications…

ACQUISTA ULTIMO NUMERO DI ARTEiN WORLD

Leggi il resto dell’articolo sull’edizione di ARTEiN 164

BUY THE LATEST OF ARTEiN WORLD

Read the rest of the article on the issue of ARTEiN 164

 

No comments