ANNIVERSARI ∙ ANNIVERSARIES 

REDAZIONE IN FESTA PER I TRENT’ANNI DELLA RIVISTA


30 primavere.
Polline, per contaminare la vita e le idee.
Orgoglio, per parlare di un mondo che non c’è e narrare una storia meravigliosa.
Destino, per avere il coraggio di innovare e la tenacia di perseverare nel paese che tutto il mondo considera un’inesauribile fonte di creatività e di bellezza.
Stile, per diffondere la passione per l’arte in modo semplice, sincero ed educato.
30 primavere, grazie ARTEiN World, grazie Lorella.

Massimo Barlettani


1988: il coraggio di iniziare un’avventura. 1998: il consenso. 2008: ARTEiN World entra nella storia.

2018: un successo lungo trent’anni grazie al filo conduttore di Lorella Pagnucco Salvemini.

Roberto Capitanio


Ho iniziato con una copertina su Ugo Nespolo per il numero 25 della rivista. Da quel momento, il rapporto di collaborazione e di amicizia con Giancarlo Calcagni prima e in seguito con Lorella è continuato senza interruzioni.

E spero di continuare così ancora a lungo. 

Luciano Caprile


I trent’anni sono il decennio migliore della vita!

Hai già un discreto bagaglio di esperienze alle spalle, che ti ha fatto crescere, arricchito, reso più consapevole di quello che ti accade intorno, e intanto hai ancora moltissime opportunità davanti, strade da percorrere, altra ricchezza, altra consapevolezza da accumulare. È quel momento magico in cui cominci a sentirti saggio, ma senza perdere del tutto l’incanto. Auguro ad ARTEiN World di sentirsi sempre così, come un trentenne, per almeno altri trent’anni: in quel punto d’equilibrio tra giudizio e freschezza, che ti fa avere sempre uno sguardo nuovo sulle cose, ma con accortezza. Doti indispensabili per chi, come la rivista ha sempre fatto, deve essere aggiornato e aggiornare sul meglio che il mondo dell’arte contemporanea internazionale offre.

Cara ARTEiN World, il meglio deve ancora venire! Auguri!

Eleonora Caracciolo di Torchiarolo


Vita brevis, ars longa. La vita è breve, lunga l’arte (Ippocrate di Coo).

Lunga vita all’arte ARTEiN World .

Michele Ciolino


Buon compleanno ARTEiN World, W i tuoi primi trent’anni! Continua a guidarci nel mondo dell’arte (informarci, illuminarci, coinvolgerci) e a educarci nel modo di fare (vivere, apprezzare, gustare) la vera arte.

Lunga vita a te!

Beatrice Civallero


Con questa rivista posso dire di essere cresciuto. E trent’anni fa, quando il web sembrava essere qualcosa di lontano, ARTEiNWorld rappresentava uno strumento utile, prezioso, per essere informati sull’arte, sugli artisti e sulle dinamiche legate a questo mondo. Ancora oggi è così. Il magazine ha saputo rimanere al passo con i tempi, confermandosi come importante fonte di informazione, sempre aggiornata e approfondita.

Ciro Costagliola


Riconoscibile.

Ecco la parola che scelgo per definire ARTEiN World. Avrei potuto usarne una con un suono più bello, ma preferisco queste tredici lettere. Perché rendono bene l’idea della forza della rivista, che in trenta anni è cambiata, senza modificare la propria identità. Rimanendo un punto di riferimento per chi parla d’arte e per chi ha sete di arte. Sì. Riconoscibile è la parola giusta.

Antonella Criscuolo


Trent’anni fa eravamo ancora nel secolo scorso, nella prima Repubblica, nei magnifici anni ‘80, quelli “da bere”: ARTEiN World ha attraversato i decenni con sorprendente leggerezza misurandosi con la metamorfosi della società e della cultura e con le crisi che l’hanno direttamente coinvolta, costringendola a cambi di editore, di attori e di comparse, e persino con il procedere dell’internazionalizzazione – il plurilinguismo – e della globalizzazione, con il rinnovamento delle tecnologie, con l’allargarsi del mercato, ma anche con il suo confondersi in una babele di linguaggi e di tendenze. 

Al timone della rivista c’è sempre stata, bionda, alta, elegante, lungimirante Lorella Pagnucco Salvemini, forte della sua esperienza e del suo gusto che l’hanno guidata a esprimersi con immediata franchezza e spontanea sincerità.

ARTEiN World con cronometrica puntualità bimestrale fa il punto su quanto intanto è accaduto, si confronta liberamente col nuovo, è attenta a ciò che resiste e non tramonta, dà conto dell’attività delle istituzioni e delle gallerie, guarda alle città grandi e piccole, è diventata anno dopo anno insostituibile strumento di aggiornamento delle nostre mappe che ci consente ogni volta di ritrovare la strada da cui ci siamo mossi.

Cesare De Michelis


Buon compleanno ARTEiN World!!!!

Siamo onorati di festeggiare i primi trent’anni della rivista che non scrive soltanto di arte ma che la fa e lavora con l’arte; accompagnandoci con dedizione e professionalità nello scenario nazionale e internazionale dell’arte contemporanea.

Leonardo Dell’Innocenti, Rossella Bruno


Ritengo che sia uno dei bimestrali più qualificati per la promozione e la divulgazione dei nuovi linguaggi dell’arte contemporanea. Apprezzo molto l’attenzione con cui vengono selezionati i contenuti editoriali, ben articolati e distribuiti tra artisti di varie correnti. Valida l’intenzione di dialogare con un pubblico internazionale, grazie all’intuizione da parte della direttrice di creare una piattaforma di lettura digitale. Trovo più che mai efficace la scelta editoriale della doppia copertina. Sono felice di apportare il mio contributo critico, per rivolgerlo ad un target giovane e attento al dettaglio estetico.

Salvatore Falbo


ARTEiN World festeggia trent’anni! Li porta benissimo: perché diffonde contenuti colti e mai noiosi; perché sa ironizzare sul mondo dell’arte contemporanea, valorizzandolo quando merita e controbattendo con un fermo no se incontra, per caso, sedicenti fenomeni prodotti a tavolino dallo star system. Questa rivista, poi, ha realizzato il mio sogno di vivere giornalmente tra le parole e di coniugarle con l’arte, rendendomi partecipe della creazione di un prodotto che diffonde sapere. Non solo: Lorella è un editore e direttore preparatissimo, colto e raffinato, ma anche un’amica sulla quale contare e con la quale ridere e sorridere lavorando, perché la passione che la guida è contagiosa.  Il mio augurio è di ancora una maggiore diffusione nel web in quest’epoca 3.0, con una particolare speranza per i nuovi talenti e i giovani appassionati d’arte.

Con sincero affetto, Alice Gatti


Ho visto nascere, non senza una certa preoccupazione, per un’avventura che ritenevo spericolata, ARTEiN. L’ho vista anche superare clamorosamente ogni ostacolo e ogni difficoltà, e diventare man mano, negli anni, una delle riviste più raffinate e più determinanti del panorama artistico. Per molti anni ho collaborato con lei, attraverso una rubrica sui falsi, che secondo un’inchiesta di mercato risultava una delle più lette degli anni ’90.

Lorella ha preso il timone di ARTEiN parecchi anni fa, con la fermezza e l’occhio acuto di un capitano di lungo corso, portandola agli attuali successi. Non mi resta che augurare a entrambe una eterna fortuna.

Giovanni Granzotto


L’amore eterno dura tre mesi, dice Confucio. ARTEiN World è una realtà da trent’anni, e il meglio deve ancora venire. Auguri, auguri, auguri.

Umberto Guidi

 


Non ho mai scritto un tweet. ARTEiN World mi ha chiesto di scriverne uno per i trent’anni della rivista.

Per farle gli auguri cosa c’è di più bello che dedicarle una piccola opera d’arte fatta solo di parole? Un’opera senza pretese, di duecentottanta caratteri. Questo non è un tweet.

Paolo Magri


Auguri ARTEiN World per i magnifici trent’anni di arte, di passione e  di professionalità. Le mie più sincere e sentite congratulazioni a questa meravigliosa rivista che porta avanti, con profondo studio e con  costante impegno, articoli di spessore. È un importante risultato quello della rivista ARTEiN World perché il suo è percorso che vive di intensità  emozionale e di notevole ricerca di validi artisti che  viene sempre condotto con  conoscenza dei mezzi e con rispetto umano.  Grazie per regalarmi tutte queste informazioni e, soprattutto, per regalarmi queste uniche emozioni. Un grande abbraccio affettuoso alla direttrice, Lorella Pagnucco Salvemini, e un caro saluto a tutto lo staff. Auguri e complimenti ancora.

Monia Malinpensa


Trenta e non sentirli… ll bel compleanno di ARTEiN World coglie tutti di sorpresa, e giunge in porto con un vaporoso vento in poppa. Non sono trascorsi tre decenni, ma solo tre anni, tre mesi o tre giorni: tanto la rivista risulta ancora attuale, fresca, moderna, accattivante. Quanti artisti e quante opere ha spiegato e fatto conoscere in questo lungo\breve tempo? Quante mostre ha raccontato? Quante penne ha ospitato? E quanto piacere ci ha regalato? Rifuggendo l’enfasi, inseguendo l’arte vera, che comincia dove finisce il caso, in tre decenni o tre anni o tre giorni ci ha rivelato un grandioso mondo di immaginazione, invenzione, provocazione, sempre però con la forma e la sostanza sottomesse agli ordini della fantasia. Grazie, allora, per questo enorme e prezioso lavoro! E per questo viaggio di istruzione incantato e appassionante.

Roberto Messina


Fino a pochi mesi fa, ARTEiN World era per me un appuntamento in edicola con lo spessore di pagine buone anche da annusare e con quello di approfondimenti degni dei testi di critica. Molto da allora è cambiato. Da ipotesi fumosa, francamente strampalata, l’editoria d’arte è diventata ferma ambizione, passione esercitata quotidianamente. La prospettiva privilegiata della redazione di una rivista con una storia tanto significativa, alle spalle come di fronte, mi dà l’opportunità di assistere a ogni fase della costruzione di un numero, dalle bozze al confezionamento, imparando da ogni persona che collabora alla sua realizzazione. Si dice che sia il cambiamento il motore dell’esistenza. È gradevole, tuttavia, sapere che si potrà sempre tornare a certi punti fermi. Il mio appuntamento in edicola con ARTEiN World ha mantenuto immutato il suo gusto; mi auguro – non dubito – che sarà così ancora a lungo.  

Isabella Michetti


A mio avviso, l’arte è un po’ come l’amore: allena l’occhio alla bellezza, anche laddove essa è meno evidente, e si rivolge direttamente al nostro subconscio, ai nostri sogni, alle nostre aspirazioni. L’arte riempie le nostre vite, i nostri cuori; essa è calore, passione, rivelazione. Per questo, tra i tanti testi che mi trovo a tradurre ogni giorno, amo particolarmente dedicarmi agli articoli di questa rivista. Ogni testo accende la mia curiosità, mi aiuta a capire cosa si nasconde dietro ad un’opera d’arte, racconta un brandello di ispirazione artistica. Sono onorata di poter contribuire a questo splendido progetto favorendone la diffusione oltre confine e mi auguro che esso possa continuare a nutrire i nostri occhi, i nostri intelletti e le nostre anime per molti altri anni a venire. Buon compleanno ARTEiN World!

Stella Moretti


La dinamicità dell’arte determina il viaggio di ogni civiltà, possa l’ausilio di ARTEiN World continuare, con i suoi contributi, a fungere da bussola e da strumento di dialogo interculturale che trova, nell’arte stessa, il suo naturale baricentro.

Giampaolo Morini

 


È il luogo del pensiero, il luogo del confronto, è dire le cose come stanno o come dovrebbero essere. È stimolo a migliorarsi, la parola incastonata tra le altre, una famiglia su cui si può sempre contare.

#ARTEiNWorld #30birthday.

Francesco Mutti


Penso che trent’anni fa quando Giancarlo Calcagni ha fondato ARTEiN avrebbe sorriso a pensare che l’audace impresa oggi sarebbe stata una realtà assoluta nel mondo dell’ arte. Oggi noi continuiamo il suo progetto guardando oltre e sorridendo al domani.

Guido Andrea Pautasso

 


Solitamente le cartoline si spediscono (spedivano) da luoghi lontani. Questa giunge invece da molto vicino. Merito di ARTEiN World, che adesso irradia da Viareggio. Buona idea, quella di trasferirsi. Una scelta che aggiunge centralità geografica alla ben nota centralità editoriale e culturale della testata. Siamo certi che il carattere salmastroso dei viareggini e la rude scontrosità dei versiliesi faranno il resto, aiutando il direttore a dire ancor più e ancor meglio pane al pane e vino al vino, come ha sempre fatto. Ci aspettano faville da questa ARTEiN World a trazione toscana. E noi, data la vicinanza, saremo i primi a beneficiarne.

Stefano Roni


Trent’anni fa, poco prima degli esami di quinta elementare, Giancarlo e Lorella mi portavano in ufficio con loro per controllare che studiassi. Un pomeriggio sedendomi sul divano, presi una capocciata contro la scrivania retrostante. Strana coincidenza: tre giorni dopo io sostenni un esame inaspettatamente brillante e il primo numero di ARTEiN fu presentato alla Guggenheim di Venezia. 

Silvio Saura


Trent’anni da festeggiare! Sì sono davvero tanti specialmente in questi tempi “liquidi”, per dirla con Zygmunt Bauman, dove tutto scivola via senza che ce ne accorgiamo. Complimenti ARTEiN, non solo sei resistita, ma sei riuscita a migliorare, a parlare anche un’altra lingua, ad andare oltre i confini nazionali. Ti sei sposata con il mondo e ti sei chiamata ARTEiN World International Art Magazine, ti sei fatta spazio online, mantenendo tuttavia la tua salda ossatura classica.
Impossibile con gli anniversari non pensare al tempo che passa, sono andata a ripescare il mio primo articolo dedicato a Nicolas Pussin: correva l’anno 1999… e rapidissimi sono emersi i ricordi legati anche a Giancarlo Calcagni, indimenticabile padre fondatore e alle innumerevoli occasioni di condivisioni culturali e amicali. Sono contenta di poter dire “io c’ero”, ma ancor più, “ci sono ancora”.

Maria Angela Tiozzi


Alla rivista che parla d’arte, a Lorella che la dirige, a quelli che ci scrivono e a quelli che la leggono, a chi ci lavora, agli artisti che la rendono viva, a chi la sfoglia e a chi la consegna, agli edicolanti che la vendono tra mille altre riviste e anche a me che ci scrivo da diversi anni: buon compleanno! E altri cento di questi anni.

Carlo Vanoni


Bel numero, morbido, sinuoso, in movimento. Cercando un senso, occhieggio nella numerologia: sorpresa; 30 è comunicazione, espressione, giudizio non sospeso, creatività, piacere dell’arte, crescita legata alla sorgente. Chiaro il messaggio. Auguri vuol dire quindi Avanti insieme.

Myriam Zerbi

 


La rivista ARTEiN World da trent’anni dà voce a giornalisti e critici che scrivono con passione. Questa è una sua peculiarità.  Il mondo dell’arte è sempre più pieno di opinionisti lontani dalla gente e di articoli per sacerdoti che si autocelebrano. Grazie dunque a Lorella che con dedizione e amore dà la possibilità a molti di esprimere opinioni fuori dal coro. Lunga vita ad ARTEiN World, che sicuramente leggeremo per tanti anni.

Luciano Zerbinati

Related Post