GIOSETTA FIORONI | Viaggio sentimentale

dal 6 marzo al 26 agosto 2018

a cura di Flavio Arensi ed Elettra Bottazzi

Milano, Museo del Novecento
Piazzetta di Palazzo Reale (nuovo ingresso)

info www.museodelnovecento.org

 


di NICOLETTA ZANELLA

Il magnifico studio di Trastevere di Giosetta Fioroni (Roma, 1932) viaggia fino a Milano. Un viaggio sentimentale, come è nel titolo della mostra, che Giosetta è stata chiamata a compiere – in omaggio alla sua importante carriera artistica – dal Comune di Milano il quale, per la prima volta, le dedica una mostra nelle sale del rinnovato Museo del Novecento.

L’esposizione monografica, che fa parte del ricco palinsesto che ora Milano rivolge alle figure più interessanti dell’arte e della cultura del XX secolo, raccoglie e racconta – in un allestimento teso a condurre il visitatore attraverso gli spazi simbolici dello studio dell’artista – le significative memorie che questo contiene.

Il percorso tematico e cronologico dell’esposizione svela, parallelamente, un più intimo ritratto di Giosetta, che parte dall’idea, sviluppata nei suoi lavori fin dagli esordi, del “vedere-vedersi ed essere visto”. Nei 700 metri quadrati sono presentate opere provenienti da musei e collezioni private: dagli Argenti degli anni ‘60 alla Spia ottica del 1968, sino ai teatrini, sedie e vestiti in ceramica degli anni ‘90, passando per i cicli dei magnifici pastelli su carta. Una selezione di opere che comprende anche la produzione più recente, dedicata alla riflessione sul corpo e l’identità, come il ciclo Senex, prodotto dalla Near, e realizzato con il fotografo Marco Delogu.

Attraverso locandine, cataloghi, libri d’artista e fotografie provenienti dall’archivio Fioroni-Parise si approfondisce il sostanziale contesto intellettuale in cui la Fioroni si è sempre mossa. Importanti e numerose sono le personalità della letteratura e della cultura, a partire dal compagno di una vita, Goffredo Parise, proseguendo con Guido Ceronetti, Andrea Zanzotto, Montale, Erri De Luca, Nadia Fusini, La Capria e Sandro Penna, in un elenco che si snoda, lunghissimo. E interessantissimo.

Related Post