Alighiero Boetti Mappa 1983-84 embroidery on cloth Tornabuoni-Art

La Tornabuoni mette in mostra coppie di artisti e designer

 

Esistono momenti di grazia nella storia umana in cui cultura e tecnica si fondono in un solo movimento in grado di cambiare il mondo per sempre. Così è accaduto durante il rinascimento, quando pittura, scultura, architettura e artigianato hanno parlato con una sola voce per creare il periodo più fecondo della storia dell’arte. Così è accaduto nell’Italia del dopoguerra, in cui il miracolo economico ha permeato la svolta industriale del Bel Paese, indirizzando la ricerca artistica e lo sviluppo del design. Parte da questo assunto la mostra Utopia. Art et design italiens alla Galleria Tornabuoni di Parigi fino al 21 dicembre 2019, in cui il curatore, l’architetto Charles Zana, ha accostato le opere di artisti e designer italiani della seconda metà del novecento, sottolineando i punti comuni della loro ricerca. La mostra ripercorre la straordinaria effervescenza creativa, all’indomani della seconda guerra mondiale, che ha posto le basi di quell’inedita sinergia industriale ed artistica conosciuta in seguito con il marchio del Made in Italy. Il titolo dell’esposizione cita la lampada Utopia, creata dall’architetto Nanda Vigo nel 1970, come simbolo dell’ispirazione profonda degli attori di questa rivoluzione estetica.

 

L’allestimento è organizzato per coppie d’opere d’arte e design: Giorgio de Chirico ed Ettore Sottsass, Carlo Scarpa e Dadamaino, Nanda Vigo e Nino Castellani, Michele de Lucchi e Alberto Burri. Un discorso intimo, scenari immaginari che suggeriscono confronti, opposizioni, domande inedite. Una sezione a parte è stata allestita in omaggio ad Alessandro Mendini, scomparso quest’anno, con opere emblematiche del designer, tra cui la celebre Poltrona di Proust del 1978. Proseguendo il programma di mostre collettive dedicate al panorama culturale italiano tra gli anni ‘50 e ‘80, la Tornabuoni Art è il teatro di un dialogo immaginario tra artisti e designer che, malgrado la differenza di formazione, d’ambizione e di ricerca concettuale, restano legati da sinergie creative. Spiega Francesca Piccolboni, direttrice della galleria: “È interessante osservare l’impollinazione creativa tra arte e design nel corso di questo periodo fondamentale della storia dell’arte italiana, quando gli artisti hanno tentato di creare dei nuovi mondi sulle ceneri dell’antico, con un ottimismo visionario la cui modernità è ancora attuale”. Gli artisti hanno cercato l’Utopia, e l’hanno trovata nella bellezza.

 

Utopia. Art et design
Italiens
Galleria Tornabuoni
Parigi
A cura di
Charles Zana
Fino al 21/12/2019

Paolo Magri

 

Related Post