Ci sono voluti circa 200 anni per appurare che il dipinto “Resurrezione di Cristo”, risalente al 1492-93 circa, fu effettivamente realizzato da Andrea Mantegna. Per molto tempo è stato infatti considerato una copia, ma recenti e approfonditi studi hanno permesso di ufficializzare l’attribuzione al grande artista del Rinascimento.

Resurrezione di Cristo, Andrea Mantegna.
Fonte: lacarrara.it

L’opera è stata conservata per molto tempo nei depositi dell’Accademia di Belle Arti di Carrara di Bergamo. Adesso verrà inserita nel Catalogo Completo dei Dipinti Italiani del Trecento e Quattrocento dell’Accademia di Carrara curato da Giovanni Valagussa, conservatore della Collezione Carrara.

Come si è arrivati alla scoperta? Come si legge sull’Ansa, le indagini sulla tela hanno stabilito che “la piccola croce sul margine inferiore, sotto l’arco di pietra, doveva avere una corrispondenza in una porzione di dipinto mancante: valutando la continuità tra la croce e l’asta che la sorregge è stato stabilito che la metà inferiore dell’opera è la Discesa di Cristo al limbo, conservata a Princeton nella collezione di Barbara Piasecka Johnson”.

AC

Related Post